Ficarolo: scoperta la lapide in memoria dei sette aviatori caduti nell'Aprile 1945

Data: 25 Aprile 2023
Categoria: 
Ficarolo: scoperta la lapide in memoria dei sette aviatori caduti nell'Aprile 1945

Sabato 22 aprile 2023 è una data storica per Ficarolo. Il Comune rende ora un omaggio indelebile ai giovani aviatori che si sacrificarono per la Liberazione.

UN DEBITO DI RICONOSCENZA ALFINE ONORATO

di Sandro Mantovanini

Sabato 22 aprile 2023, è stata scoperta a Ficarolo la lapide in ricordo dei sette aviatori alleati lì caduti in missione nell’aprile 1945. Sei di loro costituivano l’equipaggio di un bombardiere Martin B26 Marauder della Forza Aerea del Sud Africa (SAAF) impegnato a mettere fuori uso le infrastrutture di attraversamento del Po allestite dai tedeschi per consentire loro il trasferimento da una riva all’altra di truppe e rifornimenti. In quei giorni d’aprile 1945 gli attracchi fluviali, stante l’incalzare degli angloamericani ormai arrivati alla Valpadana, erano divenuti indispensabili alle truppe germaniche per poter ripiegare in tutta fretta a nord della linea del Po. Tutti i ponti stradali e ferroviari eran da tempo inservibili giacché distrutti dagli alleati l‘estate precedente con un’articolata operazione aerea.

Il 21 aprile 1945 il B26 fu colpito da un cannone 88 della flak, perse un’ala e precipitò sulla spiaggia ficarolese in località Tòntola. Tutti i membri dell’equipaggio, composto da tre aviatori della SAAF e tre della RAF, la Royal Air Force inglese, morirono nello schianto. Il giorno successivo, il 22 aprile 1945, fu la volta di un bimotore statunitense Lockheed P38 Lightning raggiunto dai colpi di una mitragliera di terra mentre, in sorvolo radente, contrastava la presenza di retroguardie naziste. Il velivolo, colpito a un motore, lasciò dietro sé una scia di fumo e dopo un ampio arco nel cielo e l’esplosione del motore danneggiato, impattò il suolo al limitare del centro abitato di Ficarolo.

Proprio il 22 aprile, nella ricorrenza di uno dei due impatti fatali, è stata scoperta la lapide in memoria degli sfortunati aviatori. Quei sette coraggiosi venuti da lontano, tutti di età comprese fra i 19 e i 26 anni, immolarono le loro giovani vite nell’atto di aprire la strada alla Liberazione di Ficarolo, la qual cosa avvenne alle prime luci del radioso 25 aprile 1945 allorché la 2a Divisione di Fanteria Neozelandese entrò in paese.

Oggi la comunità di Ficarolo, con l’allestimento di una Lapide in memoria di quei sette aviatori, ha inteso colmare un vuoto di gratitudine perdurato per decenni. La scopertura della Lapide è avvenuta con tutti i crismi dell’ufficialità. Erano presenti al camposanto di Ficarolo il sindaco Fabiano Pigaiani, l’autore della ricerca storica ficarolese Sandro Mantovanini, il Magg. Giuseppe Bonfiglio presidente provinciale di UNUCI Rovigo, Anna Vivoda presidente provinciale di ANCFARGL Padova e Silvia Pellegrini, presidente dell’associazione Proloco. Ha benedetto la lapide il parroco don Francesco Zaccarini. Hanno altresì presenziato alla cerimonia alcuni consiglieri comunali di maggioranza e di minoranza. Numerosi gli esponenti di forze armate convenuti con labari e picchetto d’onore. Degna di nota la partecipazione degli americani Ten. Michael Renard e Primo Sgt. Jonathan Rischer, in rappresentanza degli allora Alleati, e di tre esponenti del Centro Operativo Aerospaziale di Poggio Renatico ovvero il Col. Vincenzo Tozzi e due avieri. Altresì presenti i militi della locale Stazione Carabinieri e i membri dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo. Toccante l’esecuzione del Silenzio d’ordinanza, libratosi nell’aria con i militari in posizione di saluto.

Nel pomeriggio si è tenuto un convegno storico nella sala Giovanni XXIII di Ficarolo sul tema dei 7 aviatori. Dapprima il Magg. Bonfiglio (Unione Naz. Ufficiali in Congedo d’Italia) ha inquadrato storicamente i fatti dell’ultimo biennio di guerra. A seguire, Anna Vivoda (Associaz. Naz. Combattenti Forze Armate Regolari della Guerra di Liberazione) ha illustrato il ruolo dei “Gruppi di Combattimento” i quali, con lo status di cobelligeranti, affiancarono gli Alleati nella risalita dello Stivale. Da ultimo Sandro Mantovanini, autore della corposa ricerca storica pubblicata nel libro “120 Colpi di Falce – La Morte a Ficarolo 1935-1945”, ha declinato gli eventi occorsi localmente nell’aprile ‘45 allietando nel contempo i presenti con numerose immagini d’archivio di una Ficarolo attraversata dalle truppe di liberazione neozelandesi. I saluti delle autorità presenti, Sindaco in primis, hanno concluso l’intensa giornata.

Galleria fotografica del 22 aprile 2023

Numerose foto del periodo della Liberazione sono disponibili nell'archivio storico sul nostro sito.

Condividi il sapere
Altri articoli
Fichitaly, a Ficarolo la prima Fiera nazionale dei fichi
Dall'esperienza della Festa del Fico nasce un grande evento per Ficarolo: FichItaly! Presto arriveranno i dettagli per la prima Fiera nazionale dei fichi.
31 Marzo 2024
/
Convocazione assemblea ordinaria Pro Loco Ficarolo, 26 marzo 2024
I Soci di Pro Loco Ficarolo sono invitati all'assemblea ordinaria di 26 marzo 2024. Tra i punti all'ordine del giorno: il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo.
24 Marzo 2024
/
Tesseramento Pro Loco Ficarolo 2024, chiedi la tua tessera del socio!
Il tesseramento a Pro Loco Ficarolo 2024 è aperto! Chiedi la tua tessera del socio per sostenere il nostro territorio […]
23 Febbraio 2024
/