Lo Storione del po e il Caviale Ferrarese, mostra in Villa Giglioli

Lo Storione del po e il Caviale Ferrarese, una mostra della nostra tradizione

Domenica 8 giugno 2018 alle ore 16,30 presso la Villa Giglioli di Ficarolo (RO) apre la mostra-studio “LO STORIONE DEL PO E IL CAVIALE FERRARESE”.

L’esposizione è organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Ficarolo ed è curata dall’Associazione Bondeno Cultura, dal Gruppo Archeologico di Bondeno e dal Centro Etnografico del Comune di Ferrara con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica Emilia-Romagna, il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara e Slow Food.

La mostra è composta da riproduzioni di immagini e documenti che ripercorrono la vicenda del “gigante” del Po sotto gli aspetti storici, naturalistici e gastronomici, con approfondimenti sui ritrovamenti della terramara di Pilastri che confermano la pesca e il consumo dello storione già in Età del Bronzo, le testimonianze romane, l’apprezzamento riservato agli storioni dalla cucina rinascimentale, fino al Novecento.

Lo storione cobice, specie endemica del mare Adriatico e dei fiumi che in esso si riversano, è stato pescato sino alla fine degli anni Sessanta dello scorso secolo. Le ultime catture di grandi esemplari sono avvenute nel tratto del fiume Po che andava da Stellata e Ficarolo sino a Felonica e Sermide. Da Felonica, alcuni pescatori ricordano che si andava a Ferrara a vendere le uova dello storione nel negozio della signora Benvenuta Ascoli detta Nuta, dove veniva preparato il prelibatissimo caviale, una specialità che è scomparsa dalla ristorazione ferrarese e in particolar modo bisogna ricordare il Ristorante Tassi di Bondeno, documentato nella mostra.

Questa specialità del caviale alla ferrarese era apprezzata a livello internazionale, in Russia negli anni a ridosso della Rivoluzione d’Ottobre e nei grandi ristoranti di New York.

Ora lo storione, sebbene d’allevamento, torna a far parlare di sé, grazie ad un progetto gastronomico di Slow Food per una ricerca che ha permesso a Cristina Maresi, dell’agriturismo Le Occare di Runco di Portomaggiore, di recuperare e riproporre la storica ricetta del caviale ferrarese.

Fonte: Daniele Biancardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Altre novità

Pro Loco, Tessera del Socio 2020
Novità

Pro Loco, scopri la Tessera del Socio 2020

U.N.P.L.I. ha presentato la Tessera del Socio 2020, dedicata in questo nuovo anno a Catania, città patrimonio dell’UNESCO. La Tessera del Socio 2020 di Pro

Lotteria degli Auguri 2020
Novità

Lotteria degli Auguri 2020

La Lotteria degli Auguri 2020 verrà estratta lunedì 6 gennaio alle 19:00 in Sala AUSER a Ficarolo. Scopri i 18 premi in palio! Lista dei